home
reportage
articoli
progetti
biografia
award
il blog

Annalisa Monfreda - reporter

 

reportage > Gran Bretagna, agosto 2005




Anno XVIII - n.141

Il codice Roslin
Nella città dove fu clonata la pecora Dolly e dove i Templari nascosero il loro segreto

Nulla, qui a Roslin, è ciò che sembra: una rosa potrebbe essere un inno alla sessualità femminile. Il numero civico di un'abitazione potrebbe nascondere una successione simbolica. E la mucca che compare su un cartello stradale potrebbe avere geni umani nel suo Dna. Vi state chiedendo dove siete finiti? In un placido villaggio scozzese di duemila anime, ai piedi delle Pentland Hills. Da Edimburgo sono dodici chilometri di verde, muretti in pietra e fattorie, prima che un cartello annunci rassicurante: "Welcome to historic place of Roslin". E rassicurante lo è per davvero questa cittadina, con le sue case basse, i vestiboli a vetrate modello-serra e micro-giardini adornati di tutto punto, con anfore antiche e fontanelle. Eppure il destino ha voluto che la sua unica grande strada, la Main Street appunto, fosse stretta tra il Roslin Institute a nord e la Rosslyn Chapel a sud. Che tradotto vuol dire: la fattoria-laboratorio dove è stata clonata la pecora Dolly da una parte e la chiesa che da secoli è meta di pellegrinaggio per esoteristi, spiritualisti new-age e fanatici dei Templari dall'altra. [...]