home
reportage
articoli
progetti
biografia
award
il blog

Annalisa Monfreda - reporter


reportage > Svezia, maggio 2004







 


Anno XVII - n.128

Tutto il Nobel,
rito per rito

Ogni anno i vincitori devono fare i conti
con etichetta e mondanità

"Questa è la seconda cena più importante del mondo. La prima è quella di Gesù Cristo con gli apostoli". Credete che sia facile portare un piatto dopo una premessa del genere? Certo che no. Eppure i 210 camerieri che poco prima del banchetto del Premio Nobel si sentono ripetere questa frase non hanno mai sbagliato una mossa. O per lo meno nessuno se n'è mai potuto accorgere, visto che le televisioni sono invitate a non indugiare su eventuali errori o imperfezioni. Sembra una danza quella che il 10 dicembre va in scena nella sala blu del Municipio di Stoccolma, che con i suoi 1.562 metri quadrati assomiglia a una piazza rinascimentale circondata da un porticato. Milletrecento commensali vengono serviti da una macchina impeccabile, in cui re e regina ricevono la portata per primi, in contemporanea e sempre dagli stessi camerieri. [...]