home
reportage
articoli
progetti
biografia
award
il blog

Annalisa Monfreda - reporter

 

reportage > Turchia, maggio 2005





Anno XVIII - n.138

Al ritmo di Antalya
Discoteche, pub, golf, parchi acquatici, shopping. I riti del divertimento "tutto compreso" si consumano nella Rimini turca

I tacchi a spillo pizzicano il pavimento al ritmo dello slow-pop turco. Le cinture brillano nelle luci fioche delle candele. Imran e Serife aspettano che si faccia notte al tavolo di un pub del porto vecchio di Antalya, bevendo birra Efes e cantando la hit Simarik del popolarissimo Tarkan. Il foulard che le loro mamme portano sul capo è annodato in vita. "Viziata", dice il testo della canzone. Ed è quello che si sentono loro, nate in una Turchia che alle cinque del mattino, quando il muezzin dà la sveglia alla città, non è ancora andata a dormire. Parrucchiera l'una e commessa l'altra, 32 e 33 anni, religione islam, stato civile divorziate: saranno la mia guida in una notte che all'una può finalmente avere inizio. []